HOME PAGE VIDEO BAZAR CARTOONS BARZELLETTE TEOLOGIA CHIESA CATTOLICA VALDESI ED EVANGELICI MONOGRAFIE LIBRI
 
il peccato
Poletto e la giustizia
Moschee e politica
Baci omosex
Ratzinger TEST
Porta Pia
Papa Vip
Si ai preti gay
Morto un papa...
Papa Nemoidian
Perdono
Elezioni 2001
Drizzate le antenne
Un treno per Assisi
Murder on the Assisi Express
Train de PACS
Eretiko!
Pedofilia
Savaguardia del (c)reato
Cardinali
casus belli:
(XX settembre 2008) La destra, nostalgica del papa-re, celebra i soldati papisti morti a Porta Pia...
PROCLAMA DEL M.A.I.S.P.
Movimento per l'Annessione dell'Italia allo Stato Pontificio

papa porta piaPoche storie.
E'arrivato il momento di essere più espliciti dei nostri rappresentanti che squittiscono timidamente "obbedisco" all'Autorità del Sommo Pontefice.
Occorre dare un segnale forte al Presidente della Repubblica Signor Napolitano, al Presidente del Senato Signor Marini, al Presidente della Camera Signor Bertinotti e al Capo del Governo Signor Prodi, che con la loro pavidità mal rappresentano uno Stato saldamente fondato sulle Parrocchie (Il proclama data alcuni mesi addietro quando ancora governava Prodi).
Diciamo a gran voce quello che è chiaro desiderio della maggioranza degli italiani e dei sottoscrittori di questo appello: Vogliamo l'annessione della Repubblica Italiana allo Stato Pontificio, altrimenti detto Vaticano.
I vantaggi sono sotto gli occhi di tutti:
Avremo finalmente uno Stato come Dio comanda e non uno Stato fantoccio che tra l'altro ci costa l'ira di Dio.
Roma sarà, anche senza Giubileo, una Capitale mondiale, vero Caput Mundi di indubbio prestigio. E i nunzi apostolici, gli ambasciatori pontifici, sono già presenti in tutte le capitali e nei posti che contano.
Che ce ne facciamo di un pletorico Parlamento di passa-parola ( rovinoso sperpero di denaro pubblico) quando abbiamo a disposizione una fonte diretta di verità e una guida sicura che sa indicarci per filo e per segno cosa dobbiamo o non dobbiamo fare in ogni momento del nostro cammino terreno?
Che ce ne facciamo della RAI che diffonde le notizie dei passa-parola quando abbiamo a disposizione, estesa su tutto l'orbe terracqueo, una Radio Vaticana che ci fornisce notizie fresche e integrali e non distorte dai chiacchiericci dei chierici giornalisti?
Tutte le Scuole statali, come i Tribunali e le Caserme, sono già dotate da tempo di regolari crocefissi. Sostituire le foto di Napolitano con quelle di Benedetto non sarà una grande spesa e per di più gli insegnanti di religione vedranno finalmente rivalutato il loro ruolo dopo le umiliazioni di anni di nomine ad arbitrio vescovile cresimate solo a posteriori dallo Stato. Calcoliamo inoltre che i catechismi costano senz'altro meno dei libri di testo e il testo della Costituzione sarà completamente superfluo.
La presenza capillare dello Stato sul territorio è già assicurata dalle Parrocchie e dagli ordini religiosi con le loro dotazioni di immobili, asili, oratori, scuole e collegi, case di cura, di preghiera, di svago, centri di accoglienza, di ristoro, di distribuzione, di volontariato amorevole.
Per esercito e forze di polizia non ci sono problemi, ora che non c'è più la coscrizione obbligatoria:
si tratterà solo di un avvicendamento ai vertici, dato che anche le Guardie svizzere sono reclute volontarie e i confini sono dal secondo dopoguerra ben definiti. Inoltre lo Stato Pontificio batte già ora moneta e ha un efficientissimo servizio filatelico e postale: ci offre sotto questo aspetto le migliori garanzie.
Poche storie, abbiamo detto all'inizio, con l'Annessione laveremo in un sol gesto l'onta di Porta Pia e i vili compromessi di ben due concordati.
Dopo una Benedizione Urbi et Orbi, molto meno dannosa di un indulto, gli eventuali renitenti all'annessione, che ad occhio e croce possono essere computati in poche decine di individui,
potranno trovare comoda sistemazione nell'isola di Ponza, sotto vigile controllo delle forze papaline.
 
Disclaimer FAQ Non capisci cosa c' scritto? O sei scemo o vai al sito in ENGLISH Recensioni Contatti